Valgobbia, scrittori senza confini

5 Giugno 2005 – Giornale di Brescia

All’ultima edizione del concorso letterario 25 concorrenti dal Milanese, 23 da Roma e tre anche dall’estero

Il 18 giugno, al teatro Odeon, si terrà la cerimonia di premiazione del concorso letterario «Racconto d’inverno 2004», settima edizione della manifestazione organizzata in collaborazione tra il Comune di Lumezzane e il Rotary Club Valtrompia. Nata in sordina come evento locale, nel 1998, esordì con circa 120 partecipanti, triplicatisi nell’edizione 2004, quando ormai si è giunti a livelli nazionali. Il concorso ha un’unica sezione – un racconto inedito lungo al massimo tre cartelle – suddivisa per fasce di età. Dal 2004 è stata invece suddivisa in nazio-nale e locale, quest’ultima suddivisa per fasce di età. Sabato 18 dunque si premiano i vincitori dell’edizione chiusasi a fine gennaio. Sono stati 365 per l’esattezza i partecipanti, con 284 presenze da fuori Valtrompia, quindi quasi l’80%. La parte del leone spetta alla Lombardia, come logico, con Milano e provincia in testa alla classifica (dopo Brescia) con 25 partecipanti, seguita però da Roma che ne schiera 23. Quasi tutte le regioni d’Italia sono rappresentate, seppure in diversa misura. Tre delle opere in concorso arrivano perfino dall’estero (da Francia, Danimarca e Belgio), anche se gli autori sono rigorosamente italiani. L’aspettativa è che il concorso cresca ancora e quindi si sta mettendo mano ad un’opera opportuna di restyling: anche per la sezione locale, che nelle intenzioni sia del Comune di Lumezzane che del Rotary valtrumplino, deve essere anzi potenziata, ricorrendo ad una maggiore informazione soprattutto nel mondo della scuola. Quest’anno, ricorrendo il centenario di fondazione del Rotary International, il club della Valtrompia ha messo in palio un premio speciale oltre a quelli soliti. Come per tutte le edizioni precedenti, i racconti risultati vincitori saranno raccolti in un volume che verrà distribuito gratuitamente. In questi giorni è in distribuzione in biblioteca l’edizione 2003. (a.p.)

Archivi