Sarezzo, la «Paul Harrys» a Camossi

18 Luglio 2006 – Giornale di Brescia

Riconoscimento del Rotary Valtrompia

SAREZZO – Quando, a 13 anni, i suoi coetanei anelavano al motorino lui otteneva in regalo la sedia a rotelle. Nonostante la sua malattia invalidante si è diplomato brillantemente in ragioneria sostenuto dalla famiglia che ha sempre incentivato la sua vitalità e il suo dinamismo, in tempi in cui l’handicap veniva vissuto nel chiuso delle mura domestiche. Lui è Marco Camossi, 44 anni, quasi un’istituzione a Sarezzo per il suo costante impegno sportivo e sociale. Nel settore sport, con il coinvolgimento di numerosi amici, ha costituito un team a 360 gradi, organizzando tornei e competizioni di numerose discipline: motocross, calcio, pallavolo, rally, tennis, ciclismo; la compagine «Gli amici del Maury» ha meritato diversi trofei ai campionati Csi e al torneo notturno di Polpenazze. Quanto al sociale: a Mauro Camossi si deve la nascita del Gruppo Caritas di Sarezzo che nato in canonica si è spostato di pochi metri diventando ciò che oggi è «Casa Ruth», luogo di accoglienza per ragazze madri. Per la sua storia, fatta di grande intelligenza, tenacia e generosità, il «Maury» ha ricevuto il premio Paul Harris, dal Rotary Club Valtrompia. Il prestigioso riconoscimento (medaglione e spilla, raffiguranti la ruota emblema del Rotary e una targa ricordo) è stato consegnato nel corso di una serata che ha visto anche il passaggio di consegne tra il presidente uscente, Gianni Vitali, e Veniero Becchetti che per i prossimi 12 mesi guiderà il Club Valtrumplino che si appresta a festeggiare i primi 10 anni di vita e conta oggi 40 soci.
Pia Grazioli

Archivi