SAN BARNABA. Rotary Valtrompia in campo. Le voci «celestiali» regalano …

6 Maggio 2012 – Brescia Oggi

Allievi del conservatorio Marenzio protagonisti del «live» benefico

Scavare un pozzo a migliaia di chilometri di distanza, in Mozambico: un’impresa cui ha deciso di dare il suo contributo il Rotary Club Valtrompia attraverso un concerto in programma venerdì 11 maggio in San Barnaba. Si tratta di una performance scandita da arie soliste e di brani corali accompagnati al pianoforte.
A presentare l’iniziativa, ieri mattina al Salone Da Cemmo del conservatorio «Luca Marenzio», il presidente del Rotary Club Valtrompia Andrea Zanotti, l’imprenditore Giacomo Mingotti, a sua volta membro del sodalizio che ha offerto un generoso contributo all’iniziativa, il direttore del Conservatorio Ruggero Ruocco e il presidente Patrizia Vastapane.
Con grande semplicità e massima determinazione Andrea Zanotti e Giacomo Mingotti hanno illustrato questo progetto, che prevede di scavare pozzi alla profondità di 120 metri per dare acqua non contaminata ad alcune assetate comunità del Mozambico; e due di questi pozzi sono già in funzione, uno a Morrumbene a uno a Massisse. Il concerto dell’11 maggio servirà a raccogliere ulteriori fondi allo scopo. Giacomo Mingotti ha peraltro già contribuito ad altre attività, in particolare proprio quelle del conservatorio fornendo un supporto per le attività di accompagnamento del canto in quest’anno accademico.
E venerdì prossimo come dicevamo sarà proprio il canto a essere protagonista della serata di solidarietà: quelli che canteranno sono quasi tutti allievi e allieve del conservatorio, accompagnati al pianoforte dal maestro Damiano Carissoni: a cominciare dal soprano Cecilia Bragadina e dal basso Stefano Bioni impegnati in due brani dalle mozartiane Nozze di Figaro, rispettivamente in «Porgi amor qualche ristoro» come Contessa Rosina e «Non più andrai farfallone amoroso», rivolta nel primo atto dal barbiere al paggio Cherubino.
Nella seconda parte della serata due brani di musica sacra, l’«Alleluja» dall’Exsultate Jubilate K 165 di Wolfgang Amadeus Mozart e lo «Stabat Mater» di Franz Joseph Haydn, diretto dal maestro Silvio Baracco e che vede fra le voci quelle dei soprani Claudia Muschio e Valentina Di Blasio.

Brescia Oggi – 6 Maggio 2012

Archivi